Innovazione e tradizione

PROCESSI PRODUTTIVI
Dalla macchina impastatrice (1), l’impasto passa alla fase di porzionatura (2), dove vengono realizzate le cosidette “palline”.
Queste, dopo un periodo di riposo in cella, vengono spianate (3) fino ad assumere la classica forma circolare e lo spessore tipico della piadina di Riccione.



È a questo punto che le piadine prendono vita, con la fase di cottura manuale (4), fatta ancora come un tempo, ad una ad una, sulla piastra rovente.



Le piadine vengono poi raffreddate (5), selezionate (6), caricate nella confezionatrice (7), inserite in pellicole in atmosfera protetta (8), per mantenere inalterate le caratteristiche di freschezza e genuinità del prodotto.



Infine la piadina, pronta e confezionata (9), viene imballata (10), immagazzinata in cella e distribuita.